Scrivere un diario personale di ringraziamento: una utilissima pratica di consapevolezza

Scrivere un diario personale di ringraziamento: una utilissima pratica di consapevolezza

Coltiva la serenità prendendo nota della gratitudine che percepisci. Tieni un diario settimanale.

 

 

Tempo richiesto per scrivere un diario di ringraziamento

15 minuti al giorno, almeno una volta alla settimana per almeno due settimane.

 

Come scrivere un diario di ringraziamento

Non c’è un modo sbagliato per tenere un diario di gratitudine, ma ecco alcune istruzioni generali su come iniziare.

L’obiettivo dell’esercizio è ricordare un buon evento, esperienza, persona o cosa nella tua vita, quindi goderti le buone emozioni che ne derivano.

Scrivi fino a cinque cose che suscitano in te della gratitudine. La registrazione materiale, cioè scriverle, è importante. Non limitarti a fare questo esercizio nella tua testa. Le cose che elencherai possono avere un’importanza relativamente piccola (“Il gustoso panino che ho mangiato a pranzo oggi.”) o relativamente grande (“Mia sorella ha dato alla luce un neonato sano.”).

 

Mentre scrivi il tuo diario, ecco nove consigli importanti:

1. Sii il più specifico possibile: la specificità è la chiave per incoraggiare la gratitudine. “Sono grato che i miei colleghi mi abbiano portato quel tè caldo quando martedì ero malato in ufficio” sarà più efficace di “Sono grato per i miei colleghi”.

2. Vai per profondità più che per quantità. Elaborare dettagliatamente una particolare persona o cosa per cui sei grato porta più benefici di una lista superficiale di molte cose.

3. Resta nell’interpersonale. Concentrarsi su persone a cui sei grato ha più impatto che concentrarsi su cose per le quali provi gratitudine.

4. Prova la sottrazione, non solo l’aggiunta. Pensa a come sarebbe la tua vita senza certe persone o cose. Sii grato per i risultati negativi che hai evitato, prevenuto o trasformato in qualcosa di positivo, prova a non dare per scontata quella buona fortuna.

5. Vedi le cose buone come “doni”. Pensare alle cose buone della tua vita come regali protegge dal prenderle per scontate. Cerca di assaporare, e assaporare ancora i regali che hai ricevuto.

6. Evidenzia le sorprese positive. Prova a registrare eventi inaspettati o sorprendenti, poiché tendono a suscitare livelli di gratitudine più elevati.

7. Controlla se ti ripeti. Scrivere sulle stesse persone e cose va bene, ma focalizzandosi su un aspetto diverso.

8. Scrivi regolarmente. Se si scrive a giorni alterni o una volta alla settimana, impegnarsi in un orario regolare per il diario personale, quindi onorare tale impegno. Ma…

9. Non esagerare. Gli studi fatti suggeriscono che scrivere un diario personale da 1 a 3 volte a settimana è più utile di un diario tenuto quotidianamente. Ciò è dovuto al fatto che ci abituiamo agli eventi positivi e se li registriamo tutti i giorni, non ci fanno più nessun effetto. Ecco perché questa discontinuità di giorni ci aiuta ad assaporarli come sorprese.

 

Questo articolo è stato adattato da Greater Good in Action, un sito lanciato dal Greater Good Science Center della UC Berkeley.

 

Si prega di interagire utilizzando il modulo qui sotto. I vostri commenti e domande forniscono una saggezza vivente di cui tutti possiamo e dobbiamo beneficiare. Grazie!

 

1 Commento

  • Smitha724 Posted 15 Luglio 2018 21:14

    This design is wicked! You obviously know how to keep a reader entertained. Between your wit and your videos, I was almost moved to start my own blog well, almostHaHa! Wonderful job. I really enjoyed what you had to say, and more than that, how you presented it. Too cool!

Aggiungi Commento

La tua email non sarà pubblicata. Campi richiesti *